Browsing Category

Suggerimenti e spunti

Quote, Suggerimenti e spunti

Jim Cain – l’esperto di esperienze!

24/11/2018 • By

Oggi ho avuto il grande onore di seguire un corso intensivo, tenuto da

Jim Cain per Gap Management

per acquisire nuove tecniche e idee per la formazione esperenziale.

E’ stata un’esperienza bellissima, densa di novità anche per chi, come me, fa formazione e coaching tutti i giorni.

Qui trovate il suo sito, e l’ultimissimo libro pubblicato, su come creare attività con semplici carte: Teambuiding with index cards.

Buono studio!


Motivation, Suggerimenti e spunti

Se fossi giovane adesso. Fai oggi ciò che rimpiangeresti domani.

01/11/2018 • By

“Se fossi giovane adesso, non mi farei una lista delle cose da fare. Farei una lista delle cose da non fare.”

“Se fossi giovane ora, mi occuperei molto meno di cosa fare, e molto più di chi essere”

Testimonianze toccanti e semplici, di quello che diciamo sempre e pratichiamo poco:

mantenere il focus sulle cose importanti. Che non sono cose.

Sulle relazioni, sulle persone che contano per noi,

e certo anche sul lavoro, sui diritti, con attenzione a riempirli di senso e di valore anziché di obblighi.

Visto che siamo giovani, adesso.

 

 

 


Esempi reali, Suggerimenti e spunti

Come progettare esercitazioni e attività per la formazione e il coaching?

21/10/2018 • By

Ciao!

Oggi sto ultimando un corso online che metterò presto a disposizione.

Nel mio lavoro come formatrice e coach mi sono resa conto che è sempre più importante far fare cose alle persone, perché davvero sviluppino competenze e non solo acquisiscano nuove nozioni.

Siamo bombardati di informazioni e le nozioni possono essere acquisite leggendo una rivista specializzata.

A me interessa che le persone sviluppino la capacità di realizzare performance migliori rispetto a quando abbiamo iniziato i percorsi, e questo vale sia per il coaching che per la formazione in aula.

Confrontandomi con colleghi ho visto che questa prospettiva è molto condivisa, e che si pone invece un problema nel momento in cui vogliamo renderla concreta.

Perché le persone sviluppino competenze è importante che agiscano, realizzino attività e poi le valutino. Ma cosa diamo noi, come esperti del processo di apprendimento, da fare alle persone?

READ MORE


Standard, Suggerimenti e spunti

Psicologo e impresa: la strana e bella coppia

04/09/2018 • By

In questi mesi sto partecipando a una bella iniziativa di ENPAP, la cassa previdenziale degli Psicologi:

un corso online dal titolo Psicologo&Impresa

che accompagna l’iscritto attraverso tutte le fasi, dalla creazione dell’idea di impresa al business plan, fino ai sistemi di finanziamento e Project Cycle management.

Il corso è interessante, e ancora di più il fatto che viene offerto a 200 psicologi come prima delivery: poi saranno fatte (spero molte!) altre edizioni.

Finalmente condividiamo l’idea che

gli psicologi sono quasi sempre imprenditori, 

se non altro come liberi professionisti che devono comprendere le basi dell’analisi della domanda e posizionamento nel mercato.

READ MORE


Parole chiave del coaching, Suggerimenti e spunti

Spazio emozioni: la Gioia 1

06/06/2018 • By

Oggi è di grandissima moda parlare di emozioni

Molti chiedono di imparare a gestirle, ad attivarle quando le vogliono ed abbassarne l’intensità quando non le vogliono.

I corsi di meditazione e yoga si moltiplicano continuamente, nella ricerca delle persone di trovare uno spazio libero dall’ansia quotidiana, dalla pressione, dai pensieri.

Allora mi sembra importante parlarne.

Condividiamo spunti e idee sulle emozioni.

Apriamo con LA GIOIA.

Condivido il TED, in cui Ingrid Fettel cerca risposta alla domanda: Come la realtà, tangibile e concreta, può generale qualcosa di intangibile come la Gioia?

Buona visione!


Parole chiave del coaching, Quote, Standard, Suggerimenti e spunti

Cosa leggere a maggio? Mi vado bene, autostima e assertività

10/05/2018 • By

Qualche giorno fa un mio caro amico, psicoterapeuta, mi ha regalato un libro: Mi vado bene? Autostima e assertività.

Un titolo che di per sè mi creerebbe qualche problema.

Sull’autostima negli ultimi vent’anni si è pubblicato di tutto e l’assertività e troppo spesso tradotta in aggressività immotivata.

Il retro di copertina di questo libro però mi aveva colpito, l’avevo trovato serio e… diciamolo, avrei potuto scriverlo io!

Sottoscrivevo ogni singola parola.

Quindi, a leggere…

ed ho trovato un manuale molto operativo, americano nello stile (ti spiego e poi fai un compito subito, su di te) e italiano nella profondità della riflessione.READ MORE


Suggerimenti e spunti

Ospedali e scuole tra rischio di stress e burnout: il professionista giusto è lo psicologo

21/03/2018 • By

Viviamo in un momento storico che è stressante di per sè.

L’incertezza del lavoro, la velocità della comunicazione e la quantità di informazioni da gestire legate allo sviluppo delle tecnologie, la fluidità dei rapporti di coppia, l’aggressività latente ed emergente in tutti gli ambienti, dalla scuola agli ospedali…

tutto questo può generare stress.

Per chi poi, come i lavoratori della sanità (infermieri, medici, fisioterapisti….) e della scuola, ha a che fare con le persone ogni giorno, il rischio diventa altissimo e spessa sfocia in rischi di vero e proprio burnout. Cioè, di esaurimento emotivo.

READ MORE


Esempi reali, Motivation, Suggerimenti e spunti

Cosa leggere a febbraio? Le nuove dipendenze: riconoscerle, capirle, superarle.

02/02/2018 • By

Per questo inizio d’anno vi propongo un libro che ho divorato in una giornata, e che mi ha dato molti spunti interessanti.

Le nuove dipendenze traccia un filo conduttore tra le dipendenze più varie e più diffuse in questi ultimi anni: da internet e in particolare dalle relazioni virtuali, dal gioco online e dal trading

(che, fatto da persone inesperte rischia di sovrapporsi sostanzialmente al gioco d’azzardo),

fino alla dipendenza dalle diete, dal fitness, dal lavoro.

In particolare la dipendenza dal trading online e dal lavoro mi sembrano particolarmente interessanti, perché si associano a comportamenti per nulla stigmatizzati, anzi spesso premiati.

E sono per questo insidiose in modo più specifico e persistente.

Se quello che faccio è indice di intelligenza e furbizia (trading) o di professionalità e serietà (workaholism)… perchè dovrei smettere?

Un avviso ai lettori: per apprezzare questo libro bisogna sorvolare sui continui riferimenti alle pubblicazioni del padre nobile della Terapia Breve Sistemica. I due autori sono terapeuti della Scuola creata dal dott. Nardone, e almeno ogni due pagine viene citata una sua pubblicazione.

Il libro è però ricco anche di riferimenti esterni e di esempi… naturalmente tutti casi di successo della TBS, ma in ogni caso interessanti.

Buona lettura!